I Ribelli Perarock 2018

Un piccolo omaggio a questi grandiosi ragazzi, che mantengono vivo Perarock “il festival fuori porta” 🚪🚁

GRAZIE, E’ STATA UN’EDIZIONE FANTASTICA!!!

Ci vediamo il prossimo anno #perarock2019

Bye Bye

🍐🎸

www.perarock.it

DAY 1 | Giovedì 26 Luglio 2018: Giorgio Canali & Rossofuoco, La Notte e Lo Strano Frutto | djb Synthetica

Giorgio Canali e Rosso Fuoco - Perarock Festival 2018

GIORGIO CANALI & ROSSOFUOCO

Ad inaugurare la 27esima edizione del Perarock Festival sarà una delle colonne portanti del rock alternativo italiano degli ultimi 30 anni: Giorgio Canali; chitarrista, cantautore e produttore discografico.
Indimenticabile la sua “chitarra disturbata che disturba” di quando militava nei C.S.I. e successivamente nei P.G.R. di Giovanni Lindo Ferretti. Attualmente Canali si è affermato come cantautore solista accompagnato dalla band Rossofuoco e sarà proprio questa la line up d’apertura del Perarock 2018 che lo vedrà preceduto da una delle band più promettenti del panorama musicale italiano, ossia i La Notte in tour promozionale del loro secondo album “Volevo fare bene”.

www.facebook.com/giorgiocanali-rossofuoco-148585628543582

* * *

La Notte - Perarock Festival 2018

LA NOTTE

La Notte sono Yuri, Giulio, Tommaso, Sado e Alessio, giovane ma per niente acerba band di Firenze.

L’album d’esordio “La Notte” del 2015 è stato candidato al premio Tenco come miglior Opera Prima 2016: produzione artistica di Karim Qqru (The Zen Circus). Album molto apprezzato dagli addetti del settore, ha permesso alla band di vantare l’apertura dei concerti ad artisti blasonati quali Ministri, Fask, Giorgio Canali, Calcutta, Ghemon, Rachele Bastreghi (Baustelle).

Nel 2018 esce “Volevo fare bene”, per Woodworm Label e successivo tour curato da Locusta, album con il quale si sono meritati l’apertura delle 7 date del tour “Il fuoco in una stanza” dei The Zen Circus tra aprile e maggio.

www.facebook.com/lanotteofficial

* * *

LO STRANO FRUTTO

Lo Strano Frutto è il progetto solista di Enrico Cappozzo (Teno) ex Muleta e iMelt.

L’immediatezza è l’esigenza che sta alla base di questo approccio musicale che si concentra sulla musica come tramite per parlare della vita, delle difficoltà e dei sogni di uomo come tanti.

Figlio della scena underground degli anni ‘90, Enrico Cappozzo riesce ad emozionare per l’onestà dei suoi testi e della sua storia.

Dopo “Mi innamoravo di tutto quello che cadeva dal terzo piano” / “L’uomo stanco”, ad agosto 2017, Lo Strano Frutto torna con un demo in uscita ad Aprile 2018.

www.facebook.com/lostranofrutto

* * *

djb Synthetica - Perarock Festival 2018

djb Synthetica

Djb, a metà degli anni ’80, ancora giovanissimo, comincia ad assorbire le prime contaminazioni della new wave, synth pop e post punk britannico, che saranno negli anni a venire l’anima dei suo dj sets. Oggi attraverso la serata “Synthetica” continua a tenere vivo il ricordo di una delle decadi più significative per la musica rock alternativa.

www.facebook.com/acitehtnys


TIME TABLE

Grazie* Perarock 2017: un mondo che si crea e subito si dissolve …

Una settimana fa si accendeva il Perarock, stazione ricca e caotica, treni in partenza, treni in arrivo, treni presi per un soffio, treni persi …

Ci sono squadre per ogni cosa, il gruppo cucina “cipolla e aceto” senza ritegno, la distribuzione speaker in erba, l’eco-group, i bimbi del Perarock che un domani porteranno grandi innovazioni; l’enoteca sempre felice, le birre speciali che la prima volta che le spini fai sempre brutta figura, ma poi … ti senti il re del luppolo, il bosco e il suo circuito alternativo, le cassiere che lasciano sempre il segno, i cocktail che servono a fare pace, il merchandising creativo. E poi il gruppo show che già dallo “sbaracando” li senti dire: “l’anno prossimo portiamo…”; gli artisti, quelli che da dicembre chiedono di esserci, quelli che non sanno che il Perarock esiste e quelli che ogni anno ci regalano grandi performance. I jolly sempre pronti ad ogni evenienza, la security “de noantri” … e tanti altri. Grande il Presidente, che ci mette la firma per questa “baracca che balla” … l’incoscenza responsabile …

Bisogna ringraziare davvero tutti, perchè ognuno porta il suo pizzico di disordine e di follia, grazie a chi litiga e smuove le acque, grazie a chi ha fiuto e osserva tutto, ai pignoli senza i quali qualcuno riuscirebbe a farsi male … grazie al pubblico che sono anche amici, grazie anche a quello molesto che ci starebbe sempre ancora “l’ultimo pezzo” e i cancelli per loro si chiudono sempre troppo presto. Grazie al mitico Montarbo … epicentro dei nostri after party …

E’ questo il Perarock: un mondo che si crea e subito si dissolve, un microcosmo di emozioni che il martedì non sai più se l’hai vissuto o solo immaginato.

Un post condiviso da PERAROCK (@perarock1992) in data: