Sadar Bahar ∞ Domenica 30.07.2017 #partyhardy Disco Dancing Chalet Paola Perarock Festival

SADAR BAHAR (Soul in the Hole – Chicago)

Sadar Bahar è molto più di un Dj. Sadar Bahar è un pezzo della storia di Chicago, dei suoi club e delle sue sonorità. È difficile etichettare il sound di questo artista, perché come lui stesso ha dichiarato:

“Mentre tutti i dj andavano da una parte, io ho scelto una direzione diversa”.

E questa strada lo ha portato a creare uno stile tutto suo, ribattezzato “Soul in the Hole”. Influenze: soul, funk, boogie, disco arricchite dal suo gusto e ricerca; lunghe ore passate nei negozi di dischi, mercatini per scovare suoni dimenticati, “nuovi”. Una caccia ossessiva, che lo ha portato a essere un vorace collezionista di vinili.


” YOU HAVE TO DO .. YOU! ” SADAR BAHAR CDR Berlin interview

“Massì, voglio semplicemente diventare uno dei più grandi collezionisti del mondo” …

Sadar Bahar te lo dice ridendo, perché in lui il buonumore è continuo e contagioso, ma in realtà sta affermando una cosa maledettamente vera. Il suo arsenale di vinili è praticamente sterminato. Chicagoano, cresciuto inevitabilmente col mito di Ron Hardy, ad un certo punto si è reso conto che i dj della sua città tendevano a comprare tutti gli stessi dischi negli stessi posti. Lì è partita quella che lui chiama “…una malattia lunga ormai più di trent’anni”: cercare di tutto, essere un cacciatore maniacale di vinili. La differenza? Li suona divinamente (Damir Ivic).

Bahar è stato definito da Theo Parrish “il DJ dei DJ”.

Musica calda, seducente, piena di melodie cosmic e vodoo funk, Vi aspettiamo al Perarock!

RA: www.residentadvisor.net/dj/sadarbahar
FB: www.facebook.com/SadarBahar

Discogs

RA event

Daniel Wang ∞ Domenica 30.07.2017 #partyhardy Disco Dancing Chalet Paola Perarock Festival


DANIEL WANG (Balihu, Rush Hour – Berlin)

Daniel Wang, cinese americano nato in California, cresciuto a New York e poi trasferitosi a Berlino è un DJ attivissimo e producer di talento. Qui a Vicenza lo conosciamo bene dal 2005, anno in cui partecipò al Festival Jazz Not Dead al Bar Sartea. Da allora è rimasto nei nostri cuori.

E’ considerato una leggenda vivente, icona della Disco Music, iniziatore negli anni 90 della scena “Left Field” Nu-Disco; profondo estimatore di etichette come: Salsoul, West End, gira il mondo intero a portare i sui incredibili dj set.

Il suo stile musicale, il suo modo di approcciare la consolle è unico e continua ad ispirare musicisti, djs e dancers di tutto il globo.

A brief history of the evolution of DISCO HOUSE TECHNO By Daniel Wang

Recentemente ha remixato una traccia di Cerrone assieme all’amico Jules Etienne.

RA: www.residentadvisor.net/dj/danielwang
FB: www.facebook.com/djdanielwang

Discogs

RA event

Dax DJ ∞ Domenica 30.07.2017 #partyhardy Disco Dancing Chalet Paola Perarock Festival

DAX DJ (Family House, Partyhardy – Vicenza)

Da sempre il Nostro DJ resident ufficiale del Perarock! In questi anni Dario ne ha fatta di strada, col suo carisma e la sua insaziabile cultura musicale, rappresenta una di quelle figure unificatrici, oramai conosciutissimo e rispettato sia in Italia che all’estero; questo recente feedback alla sua esibizione veneziana per 180gr lo descrive perfettamente:

“Finally a great dj that does not stand cool aside his turntables but jumps around and sends good mood trough the world… amazing… one of my faves of this series, thanks”.

PARTYHARDY IN THE WOOD w/ Dax DJ

Dax DJ di recente assime all’amico Eros Stangoni ha dato vita ad un nuovo collettivo, movimento musicale ispirato da Ron Hardy, dalla voglia di rivoluzionare e portare qualcosa di nuovo nel clubbing vicentino: PARTYHARDY.

Web: www.family-house.net
RA: www.residentadvisor.net/dj/daxdj
FB: www.facebook.com/daxdj

Discogs

RA event

Management del Dolore Post-Operatorio Sabato 29.07.2017 Perarock Festival

MANAGEMENT DEL DOLORE POST-OPERATORIO

Il Management Del Dolore Post-Operatorio, guidato dal duo abruzzese Romagnoli/Di Nardo, esordisce ufficialmente nel 2012 con l’album “Auff!!” (per Martelabel), la cui produzione artistica è affidata alle mani di Max ‘Stirner’ Fusaroli. Senza prendere fiato calcano centinaia di palchi in Italia e oltre frontiera, comparendo come guest al Popkomm di Berlino e lo Sziget Festival di Budapest, fino ad arrivare al Concertone del Primo Maggio di Roma nel 2013, dove vengono censurati e denunciati per la loro esibizione. Nel 2014 esce “McMao” (per Martelabel/ColorSound Indie – Alternative Produzioni/Universal). Anche questo disco si avvale della produzione artistica di Manuele Fusaroli, nonché dell’opera omonima di Giuseppe Veneziano per la copertina. Per il tour 2013 e il secondo album ufficiale del 2014 ricevono dal M.E.I. rispettivamente il premio come ‘Miglior Band Live’ e ‘Miglior Indie Band Italiana’. Dal 2015 il gruppo è entrato ne La Tempesta Dischi e con la produzione artistica di Giulio ‘Ragno’ Favero (Teatro degli Orrori) realizza l’album “I Love You”.

MANAGEMENT DEL DOLORE POST-OPERATORIO:

*LUCA ROMAGNOLI (voce/autore)
*MARCO Diniz DI NARDO (chitarra/compositore)

DISCOGRAFIA UFFICIALE:
– 2012 “Auff !!” (Martelabel)
– 2014 “McMAO”(ColorSound/Martelabel)
– 2015 “I Love You” (La Tempesta Dischi)
– 2017 New album in uscita prevista a marzo (La Tempesta Dischi/Garrincha Dischi)

GENERE:
Hard Pop

“Era un sabato sera di primavera ed eravamo ubriachi. La strada era dritta, tutta dritta. Improvvisamente BOOM! Ci ritroviamo su un albero con la macchina distrutta. Due femori un ginocchio e un braccio frantumati, una milza asportata. Ma le ossa col tempo si rimettono a posto e la milza lo sanno tutti che non serve a un cazzo. Da quel giorno cominciamo a girovagare per narrare la storia delle nostre gambe rotte e delle nostre vite storte. La storia di ragazzi che hanno poche semplici cose da dire racchiuse tutte in un’unica parola: GODERE.
Ce l’abbiamo sempre a morte con qualcuno, e questo odio andiamo cantando col sorriso.
Benvenuti nel MANAGEMENT DEL DOLORE POST-OPERATORIO, l’unico posto che cura tutto curandosi di niente.”

Web: www.managementdeldolorepostoperatorio.it
FB: www.facebook.com/managementdeldolorepostoperatorio

Polar For The Masses Sabato 29.07.2017 Perarock Festival

POLAR FOR THE MASSES

I “Polar For The Masses” si sono formati una decina d’anni fa in quel di Vicenza: un trio eterogeneo con una gran voglia di fare musica originale, oscura, potente e nervosa. Simone (voce e chitarra), Alessandro Lupatin (batteria) e Davide (basso e voce) alle prese con la loro idea di rock del terzo millennio. In tutto questo tempo hanno fatto concerti un po’ ovunque, in Italia e in Europa.
“Fuori” è il sesto lavoro di studio per i Polar For The Masses, band che festeggia i dieci anni di attività. Si tratta del terzo album cantato in italiano (i precedenti erano in inglese). “Fuori” condensa gli stili dei due dischi precedenti, la poetica di “Italico” e il furore di “#UnaGiornataDiMerda”, spostando l’asticella ancora più in alto e inserendo alcuni episodi dal sapore acustico. L’album racchiude quindi tutte le sfaccettature dello stile potente e nervoso della band, smussando gli spigoli che caratterizzavano in particolare il lavoro precedente.

Web: www.polarforthemasses.com
FB: www.facebook.com/polarforthemasses

djb Sabato 29.07.2017 Perarock Festival

djb Synthetica

Djb, a metà degli anni ’80, ancora giovanissimo, comincia ad assorbire le prime contaminazioni della new wave, synthpop e post punk britannico, che saranno negli anni a venire l’anima dei suo dj sets. Oggi attraverso la serata “Synthetica” continua a tenere vivo il ricordo di una delle decadi più significative per la musica rock alternativa.

FB: www.facebook.com/acitehtnys

Statuto Venerdì 28.07.2017 Perarock Festival

STATUTO

Gli Statuto sono una realtà unica nel panorama della musica italiana, con il loro coerente ma non per questo mai evoluto stile mod, con la loro immediatezza e sfrontatezza nei testi impegnati, spesso ironici o sarcastici, aggressivi e umili, con una musica diventata di “moda” che è iniziata con lo ska e si è fusa con il soul e il powerpop, diventando totalmente originale e non catalogabile dentro i soliti schemi.

Senza mai aver assunto i panni delle “star”, senza essersi mai allontanati idealmente (e geograficamente) da Piazza Statuto, luogo di partenza e di creazione culturale, ideologica e musicale del gruppo sono arrivati su ogni tipo di palcoscenico,dal Teatro Ariston del Festival di Sanremo, al concerto per i licenziati della Lancia/Fiat di Chivasso, dal Festivalbar al Leonkavallo, dal Cantagiro al concerto in Plaza De La Revoluciòn all’Habana de Cuba (invitati dalle autorità locali), sempre con la massima semplicità e naturalezza che li contraddistingue fin dai loro inizi.

Gli Statuto sono:
oSKAr (voce) – Naska (batteria) – Alex Bumba (chitarra)- Rudy Ruzza (basso).

Web: www.statuto.net
FB: www.facebook.com/glistatuto